Menu

Ginseng controindicazioni: solo se esageri!

Blog

Ginseng controindicazioni: solo se esageri!

Molto spesso ci chiediamo se il ginseng sia dannoso per la nostra salute e se la sua assunzione possa avere delle controindicazioni. In realtà, la radice di ginseng è stata inserita tra le piante medicinali dalla Food & Drug Administration americana, e può presentare effetti collaterali solo quando assunta in dosi eccessive e in casi molto particolari.

 

Ma quali sono le principali proprietà del ginseng?

Le proprietà del ginseng possono essere riassunte in dieci principali linee di azione sull’organismo:

  1. Il ginseng aiuta l’organismo a ritrovare il suo equilibrio ottimale in condizioni di stress, grazie alla sua azione sull’asse ipotolamo-ipofisi e sulle ghiandole surrenali.
  2. È un rivitalizzante, incrementando la vitalità generale di tutto l’organismo.
  3. È in grado di ridurre la fatica sia fisica che mentale.
  4. Migliora il tono dell’umore: alcuni studi hanno persino osservato la sua capacità di intervenire sulla depressione, alleviandola in alcuni pazienti.
  5. Aumenta la memoria e la concentrazione, rivelandosi un alleato particolarmente prezioso in tutti quei lavori in cui è richiesta una soglia di attenzione costante.
  6. I ginsenosidi contenuti nel ginseng hanno una funzione afrodisiaca, stimolando l’attività sessuale.
  7. È in grado di aumentare la produzione di anticorpi e interferone, gli agenti immunitari che proteggono il nostro corpo.
  8. Combatte la stanchezza fisica dell’organismo, con numerosi benefici sull’attività sportiva.
  9. Agisce come tonificante, rallentando l’invecchiamento cellulare.
  10. La radice di ginseng è anche un toccasana contro il colesterolo, l’eccesso di zuccheri e i grassi nel sangue.

 

Quali sono invece le controindicazioni del ginseng?

Le controindicazioni del ginseng sono legate a tre possibili situazioni:

  1. Un uso eccessivo può generare effetti indesiderati come nausea, diarrea, tachicardia e insonnia, o in alcuni casi dolori addominali e mal di testa. Il consumo smodato, come per quasi tutte le sostanze, può anche generare effetti collaterali come reazioni allergiche più o meno intense.
  2. L’uso del ginseng può essere pericoloso in regime di assunzione di determinati farmaci: è il caso di farmaci antidepressivi, anticoagulanti e antinfiammatori, nonché insulina e ipoglicemizzanti orali. In generale, è sempre meglio consultare il medico se si stanno assumendo farmaci.
  3. A causa delle sue proprietà estrogeniche e stimolanti, il ginseng deve essere evitato o consumato in dosi molto ridotte da alcune categorie di persone: le donne in gravidanza e in allattamento e i soggetti che soffrono di ipertensione e di insonnia. Per queste categorie è sempre meglio chiedere consiglio al medico di riferimento.

 

I nostri consigli

Se non rientri nei casi particolari e non esageri nelle dosi puoi dormire sonni tranquilli: il ginseng avrà solo effetti benefici sul tuo organismo e si rivelerà un alleato eccezionale per la tua vitalità. Il caffè al ginseng, in particolare, contiene di sua natura delle dosi ridotte e di conseguenza esclude più agevolmente il rischio di un’assunzione eccessiva della radice pura: ti consigliamo di non superare le tre-quattro tazzine al giorno e di consumare ginseng di provenienza certa e certificata.

Se vuoi maggiori informazioni sul ginseng e sulle sue controindicazioni, non esitare a contattare i nostri specialisti per chiarire ogni dubbio!

Posted on
Posted in Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.