Il caffè al ginseng fa male davvero?

Home /Blog / Approfondimenti / Il caffè al ginseng fa male davvero?
Approfondimenti 0 commenti
Negli ultimi anni il caffè al ginseng è diventato una delle bevande più popolari al bar o a casa: facile e veloce da preparare, è un valido sostituto del caffè, ma con meno caffeina. Ultimamente, però, ci si interroga se il caffè al ginseng faccia male oppure no. Ecco tutto quello che c’è da sapere su questa bevanda.
Gusto dolce e vellutato, facile da preparare in casa o da trovare nei bar: ultimamente il caffè al ginseng attraversa un vero e proprio boom. Per chi cerca qualcosa di dolce per una pausa o un momento per rifocillarsi di energia, questa bevanda è l’ideale.

In realtà, il ginseng viene consumato già dall’antichità, anche e soprattutto per uso medico. Il Shénnóng Běncǎo Jīng, il più antico testo di medicina cinese (250-200 a.C.), ad esempio, individua il ginseng come ingrediente principale per il trattamento di ben 23 patologie diverse. E, del resto, il nome con il quale è conosciuto in Occidente, Panax Ginseng, fa riferimento proprio a questo, al suo essere panacea, rimedio per tutti i mali (Panax deriva infatti dal geco pan=tutto e akèia=rimedio).

Caffè al ginseng: bevilo con moderazione

Se poco zuccherato e se contiene ingredienti salutari, come nel caso di King Cup, il caffè al ginseng non fa male, al contrario:

  • ha effetti tonificantied energizzanti che migliorano il tono dell’umore;
  • stimola la concentrazione e la memoria;
  • combatte lo stress;
  • contribuisce a rafforzare le difese immunitarie.
Insomma, un’alternativa più salutare al tradizionale caffè, ma con davvero poca caffeina. L’estratto di ginseng, inoltre, è contenuto in percentuale bassa così evitare eventuali effetti collaterali come la tachicardia. Come ogni cosa, però, va bevuto senza esagerare: l’ideale sarebbe non superare le tre o quattro tazzine al giorno.

Inoltre, bisogna sottolineare che il caffè al ginseng è sì un valido sostituto del caffè, ma non sostituisce gli integratori ad uso omeopatico o terapeutico: in questi casi, è sempre meglio rivolgersi al medico o a un esperto.

I benefici di una tazza di caffè al ginseng
Il caffè al ginseng trasferisce in una tazzina i benefici di questa radice che contiene una molteplicità di composti quali:

  • ginsenoidi (Rb1, Rb2, Rc, Re e Rg1.3)
  • minerali (calcio, manganese, magnesio)
  • vitamine del gruppo B e C
  • amminoacidi e peptidi.
Per essere precisi, tra grassi, proteine e carboidrati, una tazza di caffè al ginseng apporta circa 83 calorie perché contiene:

  • 6,47 g circa di carboidrati (zuccheri e fibre)
  • 4,42 g circa di lipidi 
  • 4,41 g circa di proteine
  • 284 mg circa di potassio
  • 64 mg circa di sodio
  • vitamina A e C
  • calcio e ferro
Insomma, un bel pieno di energia!

Quando non bere il caffè al ginseng

Esistono persone che tollerano il caffè al ginseng anche in dosi massicce.
Tuttavia, ci sono casi in cui è sconsigliato, come in gravidanza o in caso di assunzione di farmaci come gli antidepressivi, antipertensivi, anticoagulanti (come il Wardarin), gli antinfiammatori e alcuni antibiotici perché potrebbe interagire con essi e causare effetti collaterali come ansia, insonnia, nervosismo o tachicardia.

Pausa caffè al ginseng con King Cup

Il caffè al ginseng di King Cup è importato direttamente dalla Malesia per garantirne l’originale ricetta asiatica, e lavorato in atmosfera protettiva cosicché il gusto non viene alterato.
Oltre ai pregi elencati sopra, il ginseng di King Cup ha qualche virtù in più perché:

  • non contiene tracce di lattosio né di glutine, ed è adatto sia ai celiaci sia agli intolleranti al lattosio.
  • non contiene OGM, grassi trans-fat né olio di palma;
  • non contiene elementi raffinati
  • nella versione decaffeinata, non contiene la caffeina
  • è da zuccherare
Prodotto in due versioni, da zuccherare o con zucchero di canna, è disponibile in quattro formati:

  • bustine solubili;
  • capsule compatibili Nespresso*®;
  • capsule compatibili Nescafé*® Dolce Gusto*®;
  • capsule compatibili Lavazza A Modo Mio*®.
*Nespresso® non è un marchio di proprietà di King Cup Italia s.r.l. né di aziende ad esse collegate.
*Nescafé® Dolce Gusto® non è un marchio di proprietà di King Cup Italia s.r.l. né di aziende ad esse collegate.
*Lavazza A Modo Mio® non è un marchio di proprietà di King Cup Italia s.r.l. né di aziende ad esse collegate.
Caricamento
Caricamento
Caricamento
Ottieni il 20% di sconto sul tuo primo ordine
Registrati e regalati una coccola King Cup
WhatsApp